Office Concept, Gold bar and coinsIl Rodio (simbolo Rh, numero atomico 45) è un metallo prezioso appartenente alla famiglia del platino. Questo metallo viene utilizzato per eseguire la cosiddetta rodiatura galvanica. Le leghe di oro bianco, infatti, se non rodiate, non avrebbero l’aspetto “bianco e brillante” che siamo abituati a vedere in gioielleria, ma si presenterebbero con un’ aspetto “giallognolo”.

Tramite il processo di rodiatura e previa sgrassatura molto accurata l’oggetto viene “rivestito” tramite un bagno galvanico di un sottilissimo strato di rodio dello spessore variabile, ma comunque nell’ ordine di pochi micron. Questo basta a conferire al gioiello l’ aspetto “bianco e brillante” che tutti conosciamo.

anello-con-tre-diamantiLa rodiatura galvanica non modifica in alcun modo le proprietà fisiche della lega d’ oro ed è solitamente molto resistente al tempo e all’ usura.

La rodiatura viene eseguita anche sull’argento che oltre a renderlo più brillante, cosa più importante ne combatte l’ossidazione. Teniamo sempre presente che un gioiello rodiato non va pulito con dei panni o liquidi abbrasivi in quanto potrebbero portare via la rodiatura stessa. Operazione che può invece essere svolta su oggetti in argento “vivo” (non rodiati e non laccati).